Preferenze cookies

Chirurgia

Chirurgia orale

Estrazioni

Le estrazioni dentarie semplici sono un intervento piuttosto elementare, pur nella totale cura e attenzione nei confronti del paziente e delle sue necessità.

Più delicate da trattare sono le estrazioni di denti inclusi, casi in cui i denti (accade di frequente con quelli del giudizio) sono in tutto o in parte inglobati nell’osso o nella gengiva, stato spesso associato a dolori localizzati o estesi anche al collo e alla testa, rigonfiamenti, spostamento dei denti vicini e rischio di formazione di cisti.

Innesti di tessuto molle

Ai fini di riequilibrare la regolarità del sorriso, lo Studio Deponte interviene con innesti di tessuto molle che ricreano il bordo gengivale, consentendo di attenuare o eliminare le recessioni gengivali, con l’ulteriore vantaggio di restituire la giusta protezione contro l’ipersensibilità dovuta all’esposizione della radice. La tecnica è impiegata anche ai fini della chirurgia pre-protesica e ricostruttiva.

Chirurgia pre-protesica ed implantologica

La chirurgia pre-protesica ha lo scopo di creare una perfetta integrazione tra la bocca del paziente e una protesi da inserire in seguito. Per questa ragione, si rivela spesso necessario risolvere situazioni pregresse, ad esempio eliminando strascichi di patologie parodontali o incrementando il volume e migliorando l’aspetto dei tessuti.

La chirurgia implantologica si occupa invece della sostituzione dei denti persi e dell’integrazione di quelli nuovi con quelli rimasti. Il sistema si basa sull’utilizzo di radici artificiali, che vengono applicate in modo definitivo nelle ossa mascellari al posto di quelle dei denti mancanti e a cui sono poi ancorati i nuovi denti.

Lo Studio Deponte ricorre alla chirurgia LASER assistita per garantire interventi pressoché indolori, con tempi di recupero estremamente rapidi.

Chirurgia rigenerativa

Innesti ossei

Ai fini dell’inserimento della protesi dentaria, è necessario effettuare una valutazione dell’osso disponibile. Spesso, infatti, la perdita dei denti, traumi e patologie gengivali inficiano l’osso al punto che la sua quantità o la sua qualità risultano insufficienti per fissare gli impianti.

Altre volte è la parodontite ad aver compromesso la stabilità dei denti in modo da rendere opportuno il ricorso ad innesti.

In questi casi, la soluzione è un aumento del volume dell’osso, con l’uso di materiale di riempimento allo scopo di favorire, ove possibile, la crescita di nuovo osso. Si può utilizzare osso autologo, che appartiene cioè al paziente stesso; omologo, osso umano ottenuto tramite donazione; eterologo, materiale sintetico o di origine animale; una combinazione dei precedenti. Tutti i materiali citati sono controllati e sicuri per la salute del paziente.
Come nella terapia parodontale estetica, anche in caso di innesti ossei si ricorre ai fattori piastrinici di crescita per accelerare e migliorare i processi di guarigione.

Arricchimento con fattori piastrinici di crescita

Lo Studio Deponte utilizza la tecnica dell’arricchimento con fattori piastrinici per agevolare la rigenerazione dei tessuti e quindi la guarigione del paziente dopo l’intervento.

La procedura prevede il prelievo di una modesta quantità di sangue autologo, che viene posto in una centrifuga apposita che separa le componenti ematiche. Si ottiene un gel di concentrati piastrinici che viene inserito dove necessario, allo scopo di rigenerare l’osso nelle zone che saranno interessate dagli impianti.

Questa procedura è per Legge sottoposta a iter autorizzativo dell’Azienda Sanitaria. Allo Studio Deponte è stato riconosciuto il convenzionamento con il centro Immuno-trasfusionale, al fine di poter mettere a disposizione dei pazienti l’arricchimento con fattori piastrinici, rispettando i protocolli previsti dalle normative vigenti.